Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Sabato, 19 Agosto 2017

Seguici su 

 

Partecipa anche tu all'iniziativa Story Telling. Manda il tuo testo o il tuo video a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  per raccontare la tua esperienza con il concorso scuola 2012.

Scuola e Territorio

Imparare ad insegnare. L’importanza della formazione

Un corso sulla didattica della storia contemporanea

 

  

Sono rientrata da poche ore, dopo tre giorni intensi, durante i quali ho cercato di apprendere il più possibile, facendo tesoro di ogni singola parola che ho ascoltato. Un Dirigente Scolastico e un gruppo di docenti animati da entusiasmo e amore per la loro professione, pronti a mettersi in gioco qualora se ne presenti l’opportunità, disposti a scardinare le proprie convinzioni e le proprie modalità didattiche. Istituto Comprensivo “B. Gigli” di Monte Roberto (AN), in collaborazione con l’Istituto Storia Marche e con “Le Marche fanno storia”: nei giorni 4-5-6 marzo, si è tenuto un corso di formazione intitolato “Leggere il Novecento. Strumenti e metodi per insegnare storia contemporanea”. Responsabili del progetto: il Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Luisa Cascetti; la prof.ssa Roberta Mazzoni e la prof.ssa Carla Marcellini. Tutor: Gigi Garelli, Istituto storico della Resistenza di Cuneo; Carla Marcellini, Istituto storico Marche; Nadia Olivieri, Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.

Leggi tutto...

Nasce a scuola una start up turistica rivolta a tutti gli studenti d’Italia

E’ appena nata nell’Istituto “Galilei - Costa”  di Lecce, sempre molto attivo nella creazione e nell’applicazione di strategie imprenditoriali innovative, una nuova start up che farà sicuramente parlare di sé, di sicuro farà parlare (e muovere) i giovani. Ad ideare questa nuova micro impresa sono i 24 studenti della classe 4° AFM, tra i 17 e 18 anni, i quali hanno dato vita a “Salentour 4 Fun”, una vera e propria agenzia viaggi di incoming, specializzata in viaggi di istruzione e gite scolastiche.

Leggi tutto...

Vale la pena

Un progetto di interazione tra studenti e detenuti in semilibertà

 

            

 

Mi trovo in una zona di campagna alle porte di Roma, sto cercando la succursale dell’Istituto agrario Emilio Sereni; accanto alle indicazioni vedo un altro cartello, con scritto “Microbirrificio artigianale”. Avevo letto tempo fa di questo progetto, e mi ricordo che era stato inaugurato lo scorso 15 settembre dal Ministro Giannini. Decido che voglio saperne di più. Nel cortile dell’istituto vengo subito accolta dal dott. Paolo Strano, presidente della onlus SemidiLibertà; mi fa visitare tutto il laboratorio e mi spiega le varie fasi della produzione della birra. Ma soprattutto mi racconta quello che c’è dietro a questa realtà e che è sicuramente un unicum in tutta Italia: sono state aperte le porte dell’istituto a nove detenuti in regime di semilibertà, che hanno modo così di formarsi nel mestiere di birrai, a contatto con maestri del settore.

Leggi tutto...

La scuola è... tutti noi

Perché è urgente combattere il fenomeno della dispersione

 

Per rispettare gli accordi presi nell'ambito della strategia “Europa 2020”, che si impegna ad abbassare la media europea della dispersione scolastica al di sotto del 10%, l'Italia persegue l'obiettivo di arrivare al 15% -16% entro tale data (come si evince dal report della commissione europea del novembre 2013 che ha per titolo "Reducing early school leaving: key messages and policy support - Final Report of the Thematic Working Group on Early School Leaving"). Troppo poco, verrebbe da dire, se pensiamo agli effetti che il fenomeno determina. Di fatto, l'insuccesso derivante dalla mancata conclusione del percorso scolastico restituisce alla società individui “non formati”, non solo in funzione di un futuro percorso lavorativo, ma soprattutto in funzione della crescita personale e della coscienza civica che il singolo dovrebbe acquisire e di cui la scuola si dovrebbe fare parzialmente carico.

Leggi tutto...

Edilizia scolastica, con decreto mutui investimenti per 900 milioni

Giannini: “Uno strumento in più per rinnovare nostre scuole”

Investimenti per circa 900 milioni di euro sull’edilizia scolastica. Sono quelli che scaturiranno dal cosiddetto decreto mutui che ha completato ieri il proprio iter con la firma del Ministro per le Infrastrutture dopo l’ok del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini e quello del ministro dell’Economia. Il decreto prevede mutui trentennali agevolati che le Regioni potranno accendere con la Banca europea per gli investimenti (Bei) e altri istituti di credito con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato. I mutui potranno essere utilizzati per interventi straordinari di ristrutturazione, di messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico.

Leggi tutto...

Contrasto alla dispersione scolastica: è nato il progetto F.O.R.T.E.

La strategia “Europa 2020” invita i Paesi membri a ridurre la media degli abbandoni scolastici al di sotto del 10% entro l'anno 2020

La scorsa settimana è stata inaugurata, alla presenza del ministro Giannini, L'Antica Masseria dell'Alta Murgia, struttura che ospiterà tra le diverse attività il Progetto F.O.R.T.E. (Formazione, Orientamento, Reinserimento, Tutorship, Empowerment), programma avviato da una rete di scuole del territorio per favorire l'alternanza scuola-lavoro e per ostacolare il problema della dispersione scolastica. La nuova iniziativa promossa dal MIUR ha trovato sede fisica in un edificio sottratto alla mafia in Puglia, la regione che al sud risulta tra le più attive e con i migliori risultati per il contrasto al complesso fenomeno della dispersione. Il problema dell'abbandono scolastico, tuttavia, non colpisce solo il nostro Paese, la ricerca della sua soluzione, infatti, riveste una posizione importante tra gli specifici obiettivi formativi ed educativi che il Consiglio europeo si è imposto nell'ambito della “Strategia di Lisbona” prima e di “Europa 2020” poi.

Leggi tutto...

Scuola ed edilizia, nuove opportunità

Il governo punta sull'edilizia scolastica

Nel corso della rubrica su radio crc a cura della nostra redazione, Marisa Bove parla delle dichiarazioni di Faraone: “Nel corso di quest'anno verranno aperti circa 1.600 cantieri per la messa in sicurezza di plessi scolastici e che rientrano nel capitolo di interventi #scuolesicure. Altrettanti saranno i cantieri di #scuolenuove. Si stimano poi quasi 600 interventi di efficientamento energetico e almeno 100 nuove scuole da realizzare con fondi Inail.

Leggi tutto...

Edilizia scolastica, il governo fa sul serio

Una grande sfida, ma anche grande opportunità

Il governo Renzi sembra fare sul serio. Già con l’appello del governo alle amministrazioni locali, affinché stilassero un elenco di interventi necessari al miglioramento delle scuole di ciascun comune, così da poter comporre un quadro preciso della situazione di salute delle scuole italiane, e in seguito, con il Piano di Edilizia Scolastica, varato nell’estate del 2014, che prevedeva 3 diversi ordini di interventi (#scuolebelle, che prevedeva uno stanziamento atto a  finanziare interventi di piccola manutenzione, decoro e ripristino funzionale, #scuolesicure che prevedeva la messa in sicurezza e messa a norma di quegli edifici scolastici che risultassero carenti di questi due parametri e #scuolenuove che prevedeva lo sblocco del patto di stabilità dei comuni per finanziare circa 400 cantieri) il governo si era impegnato a prevedere un preciso e puntuale piano di interventi.

Leggi tutto...

Miur, insediato Osservatorio su edilizia scolastica

Faraone: “Sarà strumento importante per tenere insieme emergenza e programmazione”

L’Osservatorio sull’edilizia scolastica sarà un “luogo di confronto e discussione fra tutte le istituzioni coinvolte, ma anche e soprattutto un luogo di decisione, una sorta di sportello unico dell’edilizia scolastica”. Così il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca Davide Faraone ha aperto oggi la riunione di insediamento al Miur dell’Osservatorio sull’edilizia scolastica, tornato finalmente a riunirsi dopo diciassette anni. Erano presenti i Sottosegretari Pier Paolo Baretta per il Ministero dell’Economia e Umberto Del Basso De Caro per il Ministero delle Infrastrutture. Hanno partecipato i rappresentanti della Struttura di Missione per l’edilizia scolastica di Palazzo Chigi, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Conferenza delle Regioni, dell’Unione delle Province (Upi), dell’Associazione dei Comuni (Anci).

Leggi tutto...

COMUNICATO STAMPA

Domani al Miur l’insediamento dell’Osservatorio per l’edilizia scolastica
L’ultima riunione nel 1998, quasi venti anni fa
Faraone: “Da governo segnali reali di attenzione”

Riparte l’Osservatorio per l’edilizia scolastica con la prima riunione di insediamento domani al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, alle ore 15.00. Presiede i lavori il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone. L’Osservatorio, rinnovato nelle sue funzioni grazie ad un accordo raggiunto a febbraio scorso in Conferenza Unificata, torna in attività dopo quasi venti anni: l’ultima volta si era riunito nel 1998.

Leggi tutto...

Dicono di noi

 

AFAM

 

La Consultazione

 

La Buona Scuola

 

I nostri video.

Contatore visite

001606211
Oggi
Ieri
Settimana corrente
Settimana scorsa
Mese Corrente
Mese Scorso
Totale
985
610
4095
1598262
11321
23440
1606211

Reg. tribunale di Napoli aut.n.08 del 11/02/15