Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Sabato, 19 Agosto 2017

Seguici su 

 

Partecipa anche tu all'iniziativa Story Telling. Manda il tuo testo o il tuo video a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  per raccontare la tua esperienza con il concorso scuola 2012.

Scuola e Musica

Sud Sound System in una scuola di Lecce

Lezione alternativa su impegno civile, razzismo, incentivazione alla partecipazione, linguaggi, libertà e …musica

Gli studenti del Galilei-Costa non sono certo nuovi a partecipazioni eccellenti (ricordiamo tra gli ultimi: Franco Di Mare, Riccardo Luna, Alessandro Rimassa, Teresa Mannino, Ficarra e Picone, etc.) ma la “lezione” tenuta sabato scorso nella prestigiosa Sala Dante della scuola (inserito nel programma di Medimex Kids) ha lasciato un segno indelebile in tutti i presenti, i tre “prof” d’eccezione, Nandu Popu, Terron Fabio e Don Rico dei Sud Sound System hanno letteralmente “spaccato”, per usare un termine caro ai giovani. Due ore intense in cui, sotto l’abile guida e moderazione del giornalista Dario Quarta e con la preziosa partecipazione di Papa Leu, il trio salentino ha tenuto una cattedra partecipata come poche. Un’esempio di “classe capovolta”? Diciamo pure di “scuola sottosopra”.

I tre prof alternativi hanno parlato di origini (loro e delle famose “radici ca tieni”), della terra (come non discutere degli ulivi martoriati), di quanto sia importante essere sognatori (ma anche di tradurre i sogni in realtà), di coraggio (nell’osare, sperimentare, mettersi in gioco), di innovazione (nella musica e nei linguaggi, ma anche nel modo di fare scuola) e di rivoluzione.

Leggi tutto...

Giannini: “Afam fiore a occhiello, presto piano per rilancio”

Premi “Claudio Abbado”, al via bando da 1 milione di euro per valorizzare le eccellenze italiane della Musica, dell’Arte e della Danza

Valorizzare le eccellenze dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica e rendere omaggio alla figura di un grande Maestro, vanto della cultura italiana nel mondo. Sono gli obiettivi del bando per i Premi intitolati al Maestro Claudio Abbado, che saranno assegnati nell’ambito dell’XI edizione del “Premio Nazionale delle Arti”.

Interpretazione e composizione musicale, Arti figurative digitali e scenografiche, Arti dello spettacolo, Design sono gli ambiti in cui dovranno confrontarsi gli studenti dei Conservatori e delle Accademie di Belle Arti, dell’Accademia d’Arte Drammatica e dell’Accademia di Danza e i ragazzi degli Istituti superiori per l’industria artistica. Il totale dei premi (in tutto 235) ammonta a quasi 1 milione di euro (996.200 euro).

“I Premi Abbado rappresentano un momento importante di valorizzazione delle eccellenze dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica, fiore all’occhiello del sistema d’istruzione italiano, il cui valore è riconosciuto anche all’estero - sottolinea il Ministro Giannini –

Leggi tutto...

Il MIUR su AFAM

#Afam ecco il documento di lavoro elaborato dal @MiurSocial

Roma 15 dicembre 2014 

“Siamo sempre stati il Paese dell’arte, della musica, del design, della bellezza. Con una lunga tradizione che parte dalle botteghe del Medioevo e del Rinascimento e arriva alle accademie e ai conservatori dei giorni nostri. Secondo stime recenti, la cultura varrebbe addirittura cinque punti percentuali di PIL, e il suo indotto, fatto di turismo, nuove imprese, localizzazioni straniere e investimenti esteri, frutterebbe 68 miliardi di euro ogni anno, offrendo lavoro ad oltre 1 milione e mezzo di persone. Eppure non investiamo abbastanza”.

Leggi tutto...

Licei musicali. Docenti ancora in attesa delle graduatorie

I licei musicali, per le graduatorie di terza fascia, devono attenersi al modello B1

 

Fino all’anno scolastico 2013/2014 (e prima del DM 353 del maggio 2014), i licei musicali potevano emanare autonomamente dei bandi, per provvedere al reclutamento dei docenti di discipline specifiche caratterizzanti il corso di studi coreutico-musicale, quali Esecuzione ed Interpretazione, 

Leggi tutto...

I nostri video.

Contatore visite

001606147
Oggi
Ieri
Settimana corrente
Settimana scorsa
Mese Corrente
Mese Scorso
Totale
921
610
4031
1598262
11257
23440
1606147

Reg. tribunale di Napoli aut.n.08 del 11/02/15