• Bruno Ventura

Aggiornamento graduatorie d'istituto all'anno prossimo: cosa c'è di vero


Alcuni portali scolastici hanno riportato la notizia che l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto verrà fatto nel 2020/2021. Allarmati tutti i docenti sono già scesi sul piede di guerra per protestare contro questo atto di imperio del ministro Lucia Azzolina.


Cosa riporta la stampa nazionale

Un articolo ANSA pubblicato il 5 aprile 2020 riporta un'intervista al ministro dell'istruzione in cui afferma che stanno pensando ad un decreto che autorizzi la didattica a distanza dal prossimo anno. Non si fa mai menzione di obbligo alcuno all'interno. "E' uno degli scenari a cui stiamo pensando" testualmente.

Anche Repubblica ne parla in un articolo in cui viene riproposta l'intervista a “Che tempo che fa” condotta da Fabio Fazio su Rai 3.

Si parla sempre di ipotesi allo studio

Il sindacato FLC CGIL, commentando i prossimi provvedimenti sul suo sito, si riserva di esprimere il proprio parere non appena sarà disponibile il documento ufficiale.

Tutto quello che appare quest 'oggi sulla stampa non è corredato da alcun documento ufficiale da parte del Ministero dell'Istruzione.

Quotidiano.net a proposito della domanda relativa alla distanza necessaria tra gli alunni che nelle classi pollaio diventa un problema, scrive che il ministro che con lo staff sta pensando a due scenari diversi. Nel caso in cui ci fosse un rientro entro il 18 maggio verrà svolta una prova nazionale di italiano gestita dal Ministero dell'Istruzione ed una seconda prova preparata da una commissione interna per garantire prove attinenti agli apprendimenti. "Se non si tornasse a scuola ci sarà un'unica prova orale.

0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.