• Bruno Ventura

Didattica a distanza a piccole dosi

L'uso prolungato del computer può risultare dannoso. Una sovraesposizione allo schermo è in grado di alterare le funzioni nervose. Si possono verificare fenomeni di perdita temporanea della memoria e visione di insieme distorta. Può sembrare assurdo ma capita proprio così a tutti quei soggetti che rimangono seduti ore ed ore davanti ad un PC. Si tratta di fenomeni di dislessia temporanea per i quali fortunatamente esiste un rimedio. La sessione deve durare al massimo 15 minuti. L'uso della didattica a distanza senza regole diventa per questo motivo particolarmente sconsigliato in giovane età. Molti pedagogisti raccomandano di non tenere per un periodo di tempo prolungato i bambini davanti ad un pc. Identica raccomandazione invero è rivolta agli alunni della scuola secondaria di primo grado. Non è un caso che screencastomatic, software usato per tenere collegate nello stesso momento più persone abbia una durata di 15 minuti al massimo.Chi lo ha programmato sapeva bene i rischi ai quali si andava incontro. E comunque vale sempre una regola aurea costituita dal distacco di circa 10 minuti tra una sessione e un'altra di lavoro.



0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.