• Redazione

Diplomati magistrali, ecco quando sarà possibile cambiare la propria scuola



La mobilità per i diplomati magistrali è soggetta al vincolo triennale di permanenza. La differenza sostanziale tra chi entrerà in ruolo dal prossimo concorso ordinario e coloro che hanno sostenuto il concorso straordinario 2019 è questa. Non sarà possibile chiedere di cambiare la scuola prima della scadenza di tale vincolo.


Nei diversi gruppi Facebook diversi docenti hanno espresso ancora dubbi e domande inerenti la nuova normativa varata con la legge di bilancio del 2018. Tra questi emergono quelli avanzati da chi lavora nelle scuole paritarie.


Per tutti i docenti che sono rimasti ancora esclusi dalla possibilità di lavorare con continuità nella scuola rimane ancora aperta la possibilità di lavorare con un contratto a termine nella scuola pubblica in attesa di partecipare al prossimo concorso.


Esiste anche un'altra possibilità attraverso rimessa di MAD (messa a disposizione)


Va da sè che chi chi è già in ruolo può ottenere un incarico annuale. I riferimenti normativi sono contenuti negli Artt. 36 e 59 del CCNL del 29.11.2007. fonte orizzontescuola





Durata e tipologia di incarichi


Personale docente (art. 36) con contratto a tempo indeterminato: può accettare (per una durata non inferiore ad un anno scolastico e nell’ambito del comparto scuola) contratti di lavoro a tempo determinato, in un diverso ordine o grado di istruzione, o per altra classe di concorso, mantenendo per complessivi 3 anni la titolarità della sede.


14 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.