• Bruno Ventura

Diplomati magistrali e Movimento 5 Stelle: un connubio impossibile (lettera)


Le dichiarazioni dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, all'indomani della decisione del governo di bandire i nuovi concorsi docenti, continuano a provocare reazioni di protesta all'interno della categoria che per antonomasia può definirsi di veri precari storici ai quali è stato negato un diritto costituzionalmente garantito. Si tratta dei diplomati magistrali depennati dalle graduatorie di esaurimento e licenziati perché non giudicati idonei a permanere nelle graduatorie concorsuali per il fatto di non aver mai fatto un concorso. Quella che segue è la reazione della maestra Carla.

Comunicato C.D.M.A.


Sono stata in silenzio per rispetto della situazione che stiamo attraversando, ma quando un onorevole (Granato) si permette di scrivere frasi del tipo :"chi non sa insegna" , mi sento di rispondere che alcuni , come Lei, occupano Poltrone e pur di tenersele passano dalla " difesa del DIRITTO DEI DIPLOMATI MAGISTRALI" (se lo faccia spiegare dal suo ex leader Di Maio se ha un' amnesia), a negare il diritto al lavoro a chi la scuola la porta avanti da anni, con passione e dedizione. Mi taccio, sempre per rispetto del periodo che stiamo vivendo, ma si potrebbero scrivere innumerevoli avvenimenti ed incoerenze avvenute da coloro che dovevano essere il Governo del "Cambiamento" che per molti Diplomati Magistrali è divenuto il Governo del licenziamento. #almeno RISPETTATE ILMOMENTO #RISPETTATECI

(inviato da Carla Traverso)


0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.