• Bruno Ventura

Il decreto della discordia

Il decreto della discordia

Alcuni portali scolastici hanno riportato la notizia che l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto verrà fatto nel 2020/2021. Allarmati tutti i docenti sono già scesi sul piede di guerra per protestare contro questo atto di imperio del ministro Lucia Azzolina.

Il giorno dopo la conferenza stampa che annunciava i provvedimenti per la scuola, i precari non l'hanno presa affatto bene. Si tratta della decisione di non far aggiornare le graduatorie di istituto in corrispondenza dell'anno scolastico che ripartirà a settembre di quest'anno. In tutti i gruppi Facebook ha frequentatati dai docenti precari non si parla d'altro."Vergogna, aspettavo da 3 anni questi aggiornamento, ancora una volta in coda alle graduatorie."

Questo è un esempio del tenore che rappresenta i post di questa mattina.

Le reazioni successive vanno ancora giù più duro. Viene invocata la sospensione della didattica a distanza sì questa decisione non sarà revocata.

In un altro post si mette in evidenza la drammatica situazione che vivono gli insegnanti di sostegno." Se dovesse iniziare il prossimo anno scolastico con didattica a distanza avremo tutti un contratto breve o al 30/06? Il potenziamento per esempio".

0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.