• Bruno Ventura

MES senza vincoli?


Gli italiani hanno assistito alla conferenza stampa del premier Giuseppe Conte in cui è stato chiarito che l'Italia non ha firmato il proprio consenso per la ratifica del MES. Il Presidente del Consiglio ha criticato il comportamento dei leader dell'opposizione Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Ne è scaturito un dibattito acceso con il primo che ha accusato i due principali oppositori di non aver detto tutta la verità sulle condizioni. Non ci sarà nessun aggravio di spesa pubblica sui conti perché il ricorso a questo strumento si limita all' emergenza sanitaria attualmente in atto nel nostro paese.

Diventa di vitale importanza per i lavoratori chiarire come stanno realmente le cose. Aldilà delle polemiche proveremo a spiegare questo facendo ricorso a quanto scrive in merito la stampa nazionale.

Il vicecapogruppo alla Camera di Italia Viva Giovanni Marattin scivola sul Mes sostenendo che le "rigorose condizionalità" del Fondo salva-Stati non sarebbero altro che una "bufala" scrive Il Giornale. La gaffe di Marattin il titolo. Nel sottotitolo la motivazione. "Le condizionalità? Una bufala". Ma il trattato parla chiaro.


.La teoria portata avanti è la stessa di quella che regola le condizioni di un mutuo. Non si può pensare di pagare soltanto quando ci sono i soldi. È come se si chiedesse ad una banca di non pagare le rate mensili quando si perde il lavoro. La firma sul contratto presuppone che il sottoscrittore ne accettI tutti i vincoli. Il tenore delle argomentazioni è lo stesso ma diverge secondo la proprietà editoriale. Le continue esternazioni su Facebook da parte dei contendenti non fanno altro che peggiorare la situazione confondendo le idee all'opinione pubblica.

Non è assolutamente facile spiegare esattamente come stanno le cose ai lettori. Io stesso faccio una fatica enorme a districarmi tra i diversi post sui social dei politici e le affermazioni rilasciate agli organi di stampa. In questo momento mi viene spontaneo pensare soltanto una cosa: deploro fortemente l'atteggiamento mantenuto da tutti i contendenti perché è proprio in questo momento che gli italiani esigono chiarezza e soprattutto rassicurazioni sul proprio futuro lavorativo. Personalmente io ci vedo soltanto l'inizio di una campagna elettorale perché avverto molto vicina la fine di questo governo, se così lo possiamo chiamare, perché da qualunque punto di vista la si guardi viene da piangere in quanto non c'è nessuno che abbia capito profondamente il significato della parola Stato inteso come RES PUBLICA.

0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perderti nessuna notizia!

  • White Facebook Icon

© 2020 Newscuola.it. by PrincipatoDesign.